sabato 27 dicembre 2008
Grandine e televisori
Delle calamità naturali atmosferiche che possono colpire l’agricoltura la meno pericolosa è la grandine. Non perché non faccia danni, solo che i danni sono generalmente circoscritti, è difficile che una una grandinata colpisca un’intera regione o addirittura una nazione, a differenza di siccità, gelo o alluvioni. C’è un detto contadino delle mie parti che dice “la grandine non porta carestia, la porta solo dove picchia”. Questa crisi è così. Oggi sono andato all’Euronics della mia città per ricomprarmi la fotocamera che mi era stata ciullata come un pollo, a Barcelona lo scorso ottobre. Bene, le fotocamere erano finite. Perlomeno il modello della Sony che volevo io, ma di modelli in giro ce ne erano ben pochi. La vetrinetta era desolatamente semivuota, come la piazza del paese quando è finito il mercato e rimangono solo i netturbini e le cassette vuote del camion della frutta. Non vi dico quanta gente ho visto fuori nel parcheggio intenta ad infilare con non poche difficoltà televisori grandi come mezzo cinema excelsior nelle proprie bauliere delle macchine… Ma non è tutto, i miei amici vorrebbero passare il capodanno in una capitale europea. Bene, vabbè si saranno decisi un po’ troppo tardi, ma non riescono proprio a trovare niente. Tutto esaurito! Ma non è esaurito solo Parigi o Vienna, è esaurito anche Graz nella Carinzia austriaca!!! Per il giorno della vigilia, il 24, mi trovavo a Montecatini, in centro. Bene, i negozi erano letteralmente presi d’assalto, sembrava ci passasse il flagello delle cavallette. Gente che camminava a 90 gradi dai sacchi di regali che portava. Per capodanno non si trova un cenone a meno di 100 euro e se lo trovi ti danno il brodino e la gallina lessa per quella cifra. E il bello è che anche lì quasi tutti i ristoranti hanno fatto il tutto esaurito.
Eh sì, questa crisi è come la grandine… Vero è che chi ha perso il posto di lavoro, è dura non c’è che dire, e a qualcuno tocca. E non è facile. Ma la crisi ha toccato ben pochi, almeno per ora. La gente spende e spende come prima, non ci prendiamo in giro. Anche perché, pensiamoci bene, se il lavoro ce l’hai o la pensione pure, in fondo cos’è cambiato. Anzi, con il petrolio a 35 dollari il barile, cosa incredibile se si pensa che 5 mesi fa costava il quadruplo, il costo dei beni dovrebbe anche diminuire. Dico dovrebbe perché poi anche qui della crisi c’è chi se ne approfitta e non poco. Per esempio, i concimi per l’agricoltura erano quasi raddoppiati a causa dell’impennata del prezzo del greggio. Adesso non è che son diminuiti! Per questo dico che come al solito ci sono i furbi che la cosiddetta crisi la cavalcano. Ci sono davvero beni di consumo che con l’abbassamento del prezzo del petrolio dovevano assolutamente scendere di prezzo e invece non scendono. La crisi fa comodo, si fa finta di dare un bonus ai pensionati bisognosi. Che poi i pensionati che sono gli unici che hanno il posto fisso! Ma dico si fa finta perché poi non ci rientra nessuno. Per rientrarci devi vivere in una baracca ad Auschwiz ed avere 12 figli a carico. Fa comodo ad imprenditori per aggirare vertenze e licenziare chi gli pare. Tanto c’è la crisi, bisogna ridurre il personale… Fa comodo ai sindacati che per anni vanno in letargo perché a governare ci sta chi vogliono loro e poi scoprono i problemi tutti insieme e allora scendono in piazza. Come se i problemi fossero arrivati da sei mesi a questa parte…Una cosa è sicura, che perlomeno sta servendo a ridimensionare l’economia fatta di clic su titoli in borsa, su scalate, su speculazione selvaggia, su comprare e vendere sulla carta, come giocare un cavallo alla Snai. L’economia fatta fumo, fatta solo di Finanza, non di reali programmi ed investimenti. Dico ridurre, ridimensionare non certo debellare, ma è già qualcosa. Alla fine il cane è arrivato a mangiarsi la coda ed è crollato tutto. Il giochino, per ora è finito. Per il nuovo anno voglio essere ottimista, spero che cominci una stagione nuova.
Con questo il gobbo ha sputato gli ultimi rospi del 2008. Auguri a tutti!
 
posted by Virgilio Rospigliosi at 22:10 | Permalink |


16 Comments:


  • At 27 dicembre 2008 23:27, Blogger piccolè

    Ciao Gobbo!Come sai abito nella tua stessa città e ti dico che nella
    mia zona la grandine è caduta,
    ma sparsa qua e là,...io l'ho presa piena! I prezzi dei cenoni li ho visti, roba da matti, meglio un brodino in casa e alla mezzanotte si stappa lo spumante del ceppo! Buon per chi va lontano,...scavalcando la crisi! A presto, ciao.

     
  • At 28 dicembre 2008 00:12, Blogger Pino Amoruso

    Quanta verità!!!Hai proprio ragione...

     
  • At 28 dicembre 2008 18:44, Blogger Miss Dickinson

    Giusto appunto anch'io oggi sono passata da Euronics e l'espositore di mp3 e I-pod era desolatamente vuoto. Nemmeno mezzo, anzi no, due o tre reperti qua e là che tutto destavano, fuorchè la voglia di comprarli. Non so che dire, la tua analisi non fa una piega e in effetti sembra proprio tutto come lo descrivi.
    Nel mio malagurato caso specifico, se non ci fosse stata la mannaia dell'Inps (a proposito, lo sai quando mi è arrivata la lettera da Equitalia per la rateizzazione? la mattina della Vigilia..) sarebbe stato tutto identico all'anno precedente, crisi o non crisi.
    Oddio, qualcosa è cambiato, ma c'è anche un po' la politica del terrore, diciamo la verità, che fa comodo a parecchi..

     
  • At 28 dicembre 2008 20:08, Blogger Sara Sidle

    Caro Virgilio, proprio stamani avevamo trovato il nostro modo per abbattere la crisi..Hi! Hi!
    Il nostro business darà i suoi frutti,arriveremo in alto!!
    Hi!Hi!Hi!
    ^_________^
    Il 2009 ci aspetta!
    Bacioni

     
  • At 29 dicembre 2008 13:24, Blogger Virgilio Rospigliosi

    Piccolè, mi dispiace che tu l'abbia presa piena, non è bello, spero ti riprenda presto. Ti faccio i migliori auguri per il 2009. A presto!

    Pino, grazie! E tanti auguri!

    Miss, ohi! la mannaia dell'Inps è sempre pronta e poi alla vigilia, almena aspetta di lasciar passare le feste, questi ti fanno andare il panettone di traverso. Mannaggia.

    Sara, Sisì... con il nostro business che abbiamo in programma non c'è crisi che tenga. Il successo è in una botte di ferro!
    Hihihiiihi

     
  • At 29 dicembre 2008 19:25, Blogger elisa

    Ciao!!!Mah un pò ti dò ragione... devo dire che i negozi tipo d'abbigliamento fanno dei prezzi ancora spaventosi(e poi dicono che non vendono!) e quindi (dato che non ho eventi super mondani) per acquistare scarpe e maglia ho rimandato agli sconti! Diciamoci la verità...c'è tanta gente che parla di crisi e proprio quella è chi non ne verrà minimamente toccato... però so anche di diversi ridimensionamenti lavorativi, ma forse hai ragione tu, ci marciano sopra sempre i soliti..usando la crisi come scusa per gli affari loro!!!
    Happy New Year :)

    http://www.elisadireteombrosa.splinder.com/

     
  • At 30 dicembre 2008 18:46, Blogger Suysan

    Mi trovi daccordo pienamente....ieri ero all'Ikea per comperare delle lampadine a basso consumo e le ho lasciate prima della cassa per la lunga fila che avrei dovuto fare per pagarle...c'è la crisi ma pare che nssuno lo sappia!!!

     
  • At 30 dicembre 2008 18:47, Blogger Suysan

    Scusa ho dimenticato gli auguri per un fantastico 2009

     
  • At 31 dicembre 2008 08:50, Blogger Pino Amoruso

    Ciao Virgilio... Un passaggio veloce per augurarti un felice 2009 :)

     
  • At 31 dicembre 2008 11:53, Blogger NADIA

    HOLAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!
    VIRGILIO!!!
    BUON ANNO!!!!!!!!!!
    BESITO!!!!!!!!!

     
  • At 31 dicembre 2008 13:27, Blogger chicasabrosa

    Ciao Virgilio ehhh si anch'io non posso fare a meno di constatare che la crisi in fondo non c'è a giudicare da quanto si è speso per queste feste. Allora ti auguro un 2009 strepitoso, magari con una fotocamera nuova..

     
  • At 31 dicembre 2008 14:57, Blogger Silvia

    Auguroni di buon anno caro Virgilio!!!!

    Un bacio...A presto! :)

     
  • At 1 gennaio 2009 22:53, Blogger ellen

    auguri di buon anno....
    vorrei fare un appunto.
    chi stava bene prima sta bene anche ora.
    chi stava mezzo mezzo ora sta nella M fino al collo.
    Il problema è che in economia si dice che x risollevarsi da una crisi bisogna spendere. ma non spendere nei negozi del centro, come credono tutti, si parla di investimenti nelle fabbriche, di... vabbè, seghe mentali.
    buonanotte e auguri.

     
  • At 3 gennaio 2009 03:14, Blogger AmosGitai

  • At 5 gennaio 2009 12:51, Blogger Bruja

    sottoscrivo in pieno...:-)
    Buon anno!!!

     
  • At 7 gennaio 2009 14:13, Blogger jack

    Ciao Virgilio.Felice 2009 :)