sabato 6 dicembre 2008
Colori

Ogni stagione ha i suoi colori. Anche nella vita è così ma non voglio entrare in discorsi troppo filosofici oggi non ne ho voglia. Voglio rimanere leggero. Stamattina sono uscito, dopo non so quanti giorni di pioggia, vento, grandine mi sono ritrovato in una classica mattina di autunno. Cielo nuvoloso, ma senza pioggia, senza vento e con quell'atmosfera tipica autunnale che mi sta tanto a cuore. Vedere la campagna che si riposa, l'odore delle foglie bagnate ma soprattutto i colori che la natura ci regala in questo periodo dell'anno sono incredibili. Penso che in primavera e in estate i colori sono altrettanto belli ed è la luce che è protagonista. La luce che è in primo piano rispetto al resto, il sole che è il primo attore e le cose che mette in luce diventano stupendi particolari. Adesso invece i colori della natura diventano i protagonisti assoluti e la luce che diffondono è talmente forte da mettere in secondo piano quelli del sole. Camminare in un viale alberato in questo periodo ti riempe di energia, ti sembra quasi di assorbire i colori che hai di fronte a te, rimani accecato. Almeno questo è quello che sento io. Per me l'autunno è la mia stagione preferita, ma mentre in passato da novembre in poi mi veniva un po di malinconia, ultimamente mi sta piacendo tutto l'autunno, fino in fondo. Mi piace questo periodo. Poi quando ci avviciniamo a Natale, generalmente il mio umore si abbassa, sarà che non amo molto le feste comandate e non so perchè ma mi mette sempre un pò di tristezza vedere luci lampadine pacchi e queste cose qui. Forse sarà che sto invecchiando, quando ero piccolo mi piaceva tanto il periodo delle Feste di Natale, si aspettavano le vacanze scolastiche, si aspettava il regalo dai genitori, generalmente un libro era il mio preferito, di solito un libro di animali, aspettavo quando mio padre mi portava la sera a giocare a tombola. Era un emozione indescrivibile salire in macchina di notte, sentire il freddo pungente e l'odore di sigaretta...
A proposito, auguri a mio padre che fa gli anni domani e a mia sorella che gli anni li fa oggi!
Auguri Sandra e Auguri Babbo!
 
posted by Virgilio Rospigliosi at 19:17 | Permalink |


14 Comments:


  • At 7 dicembre 2008 01:05, Blogger Pino Amoruso

    Io amo la primavera per i colori e per il clima... mi unisco ai tuoi auguri ;)

     
  • At 7 dicembre 2008 13:40, Blogger Bruja

    wow...mi hai fatto tornare i mente le mie origini...:-)

     
  • At 7 dicembre 2008 20:57, Blogger Silvia

    L'autunno è anche la mia stagione preferita...

    Auguri a tuo padre e tua sorella allora :)

    A presto!

     
  • At 7 dicembre 2008 21:41, Blogger Miss Dickinson

    Che belle le giornate grigie, fredde, apparentemente tristi ma che a me infondono serenità e bei ricordi. Perchè era così l'autunno della mia infanzia, novembre e dicembre erano scuri, freddi e io stavo in casa con le mie nonne e sentivo fortissimo il rapporto con la mia famiglia.
    L'autunno è magico, una vera poesia.
    Tanti auguri al babbo e alla Sandra anche da parte mia!

     
  • At 8 dicembre 2008 17:46, Blogger jack

    I colori sono l'Essenza di ogni stagione,possono mettere tristezza o felicità ma ci imprimono dei sentimenti che ci fanno sentire vivi :)
    Quanto le feste,anche io li comincio ad amare un pò meno,però pensiamo a chi magari li vorrebbe per tutto l'anno per avere un pò più di calore e armonia.
    Per il resto...auguroni al tuo babbo e atua sorella Sandra;) Ciao Virgilio,a presto.

     
  • At 9 dicembre 2008 12:01, Blogger MaryA

    Beh, credo che la tristezza quando le feste si avvicinano sia figlia di qualche nostro desiderio frustrato o inespresso, magari se cerchi bene in te lo trovi, e a quel punto non ti resta che inseguirlo finchè non lo realizzi.

    E allora non amerai nulla più delle feste =)

    baci baci*°*°*

     
  • At 10 dicembre 2008 12:50, Blogger sandra

    Condivido con te il piacere dei colori d'autunno, caldi, avvolgenti, rilassanti, l'esatto contrario del clima che li accompagna, quel vento che innervosisce, la pioggia malinconica, il freddo che ti punge fino all'estremità dei piedi, in un equilibrio perfetto. Ma è la primavera che preferisco, quando tutta la natura si risveglia e io insieme a lei, nonostante sia nata in autunno, qualche anno fa...che bel ricordo la tombola col babbo! Vincevi più spesso te, io perdevo sempre qualche numero per strada...Dio, anche l'odore di sigaretta...l'avevo dimanticato! Grazie per gli auguri fratello..

     
  • At 10 dicembre 2008 12:53, Blogger sandra

    Anzi, grazie a tutti...

     
  • At 11 dicembre 2008 23:34, Blogger stellavale

    L'autunno è meravigliosamente poetico.

     
  • At 12 dicembre 2008 13:49, Blogger Mibemolle

    a una che è tornata ieri dall'Irlanda gli parli di colori? io sono ancora a bocca aperta...

    Per quanto riguarda l'Umbria invece allo stato attuale predomina un certo marroncino fango...
    i fiumi e i torrenti hanno esondato da un pò tutte le parti e i campi si sono trasformati in laghi.....

    Buon weekend!

     
  • At 13 dicembre 2008 17:38, Blogger Simona

    caro virgilio, non ci sono più i Natali di una volta, di quando ervamo piccoli. e io continuo a sentire la malinconia autunnale. Viva la primavera. sui colori, però, hai ragione tu. un abbraccio.

     
  • At 14 dicembre 2008 11:49, Blogger Signor Ponza

    Condivido il discorso sui colori. Se mai dovesse capitarmi di attraversare un viale come quello della foto, penso di potermi dire arrivato :)

     
  • At 14 dicembre 2008 18:11, Blogger Virgilio Rospigliosi

    Sinceramente grazie a tutti per gli auguri alla Sandra e al babbo che riporterò agli interessati, e per i commenti.

    Buona domenica!

     
  • At 14 dicembre 2008 19:30, Blogger ArabaFenice

    adoro quell'immagine.
    Cielo nuvoloso, ma senza pioggia, senza vento e con quell'atmosfera tipica autunnale che mi sta tanto a cuore. Vedere la campagna che si riposa, l'odore delle foglie bagnate ma soprattutto i colori che la natura ci regala in questo periodo dell'anno sono incredibili.
    ma dov'eri nascosto? non è che siamo separati alla nascita?

    Ho sempre amato i mesi freddi e l'autunno in particolare.
    Per i suoi colori caldi, per quell'atmosfera malinconica. Ma soprattutto perché è il periodo della ripresa (degli studi, del lavoro, della palestra,...) in cui si fissano i propri obiettivi. E' il periodo dei progetti.:-)
    Aggiungici poi i primi freddi che ti fanno riscoprire il piacere di stare in casa al calduccio, magari in compagnia di un buon libro (o un buon fumetto)...